Per Fare Trading Non Bisogna Leggere i Grafici

Non siamo massimi esperti ma il trading è la nostra passione e la nostra vita da ormai circa 10 anni, portiamo la nostra conoscenza sul web in modo da dare anche uno spunto a chi è alle prime armi e chi non.

La maggior parte di chi fà trading giornaliero è attaccato a leggere i grafici come se fosse la bibbia, però bisogna semplicemente pensare che se il trading era semplicemente un leggere grafici allora tutti imparavano a leggerli e quindi guadagnare facilmente. Ma la verità è tutt’altro e sono certo di quello che scrivo.

I grafici sono utili solo per vedere uno storico di un’asset ma non per calcolare una previsione futura. Sarebbe da pazzi. Ed è per questo che statisticamente viene segnalato che solo il 20% dei traders mondiali porta i riusltati e guadagna, tutto il resto perde continuamente. Ed è proprio per la scarsa qualità del trader di operare.

Uno dei motivi, a mio parere è proprio la lettuare continua dei grafici pensando che da li prima o poi venga fuori il grafico perfetto per andare subito ad operare.

Cosa fanno i traders con i grafici principalmente? Iniziano ad aprire decine di grafici contemporaneamente su più asset controllando che prima o poi uno o più asset arrivino ad un punto che lo chiameremo “picco” quindi un picco alto o un picco basso. Cosa significa? da quello che io ho avuto modo di vedere i traders aspettano e (sperano) che un asset arrivi in fretta ad un punto molto alto in pochi secondi, cioè per darvi l’idea, quando si vede un grafico stile monte everest che improvvisamente va su quasi come una linea retta, ecco quello secondo chi usa i grafici è il momento giusto per operare al ribasso.

Questa strategia puo andar bene nel breve termine e con tanta fortuna, perchè si potrebbero registrare piccoli cali dopo aver raggiunto una vetta alta, ma non è sempre cosi, anzi raramente è cosi. L’asset potrebbe continuare a salire rapidamente anche dopo che abbiamo aperto una nuova operazione, quindi in quel caso con o senza stop loss si rischia di perdere tantissimi soldi. E ne è valsa la pena? Cosi non è fare trading, cosi è un gioco d’azzardo. Ma il trading non lo è.

Specifico che il trading non è un gioco d’azzardo e neanche un gioco di fortuna. Si certo il pizzico di fortuna ci vuole sempre nella vita in generale avvolte, ma però il trading è un lavoro e come tale bisogna lavorarci per ottenere risultati. Non fatevi incantare dai grandi numeri e dai soldoni, quelli possono tranquillamente arrivare ma bisogna sudarli, meritarli e lavorarli se ci si è capace o se lo si diventa.

In quest’articolo specifico che secondo la nostra personalissima analisi, fare trading usando i grafici come materiale principale o come uno dei materiali importanti è assolutamente sbagliato. Deve saperlo anche chi è alle prime armi, per evitare brutte sorprese. Ci sono tanti modi per capire perchè il mercato va da un lato piuttosto che in un altro. Imparando si possono ottenere dai medi ai grandi risultati con il trading, ma rimuovete assolutamente i grafici. In 10 anni non li abbiamo mai guardati eppure siamo in quel “20%” che ottiene profitti annualmente.

Lascia una recensione

avatar
  Sottoscrivi  
Notificami