Analisi fondamentale nel trading forex

Ci sono alcune cose da sapere prima di fare qualsiasi operazione di trading, scopriamo quali

Prima di iniziare a fare trading online bisogna conoscere prima di tutto come fare l’analisi. Ci sono molti modi per analizzare il mercato, alcuni utili ed altri meno importanti. Ma ci sono alcune cose principali che ogni trader deve obbligatoriamente controllare prima di fare operazioni. Scopriamo quindi qual’è l’analisi fondamentale e come effettuarla.Calendario Economico

1. Calendario Economico

Il calendario economico ci permette di conoscere tutti gli eventi giornalieri, settimanali e mensili che stanno per avvenire. Ad esempio pubblicazione di dati statistici sul numero di disoccupati in una nazione o regione, discorso del presidente Usa Donald Trump. Ma questi sono solo esempi ed il calendario è una sorta di bacheca degli annunci. Il calendario è fondamentale per il trader che dovrà tener conto degli eventi imminenti per analizzare l’asset su cui vuole operare.

Un evento ci può dare molte informazioni utili per capire che trend potrebbe prendere un titolo nei giorni successivi o addirittura nelle ore successive all’evento. Quindi già questo ci deve far capire l’importanza assoluta del calendario economico.

2. L’importanza dello Stop Loss

Facciamo una veloce descrizione di cosa sia lo stop loss e perche è fondamentale nelle operazioni di trading. Questa spiegazione la troverà più utile chi è ancora alle prime armi nel settore, ma comunque è utile a tutti. Lo stop loss è un opzione configurabile dalla piattaforma del proprio broker o dal software (ad esempio meta trader 4) che ci permette di salvaguardare il nostro capitale disponibile sulla piattaforma. Quando andiamo ad aprire una nuova operazione, soprattutto se essa è a lungo termine, impostare lo stop loss è quasi d’obbligo. Però ci sono alcuni aspetti negativi in questo.

Se apriamo un operazione e configuriamo uno stop loss e l’operazione va in negativo, lo stop loss evita di farti perdere soldi che non sei disposto a perdere, quindi la somma che hai impostato inizialmente sulla piattaforma. Però se la somma dovesse arrivare astento al tuo stop loss per poi fare un inversione andando in positivo, noi avremo comunque perso i soldi dallo stop loss impostato. Ad esempio sul broker TRADE.COM è molto intuitivo impostare lo stop loss che in tempo reale ti mostra la tua eventuale perdita a quanto ammonterebbe.

Facciamo un esempio più pratico, ammettiamo di aprire una nuova operazione su euro-dollaro, ed ipotizziamo che l’apriamo con 50 euro di margine con stop loss impostato se la perdita raggiunge 20 euro. A quel punto ipotizziamo sempre che l’operazione sta andando male, quindi in negativo e si sta avvicinando ai 20 euro dello stop loss, a questo punto se abbiamo la possibilità di controllare c’è la possibilità di modificare lo stop loss o disattivarlo. Se non modifichiamo lo stop loss da quello iniziale, appena la coppia di valute tocca il valore tale da farci andare in negativo di 20 euro, in automatico l’operazione si chiuderà e noi avremo perso i soldi, ma ipotizziamo che arrivi in negativo anche a 25 euro per poi invertirsi e tornare in positivo in tutte le ore successive, hai inutilmente perso i soldi.

Conclusioni

Quindi chi fà trading deve costantemente restare aggiornato sul valore dell’asset selezionato e di seguire le news che lo riguardano per prendere più facilmente decisioni anche sullo stop loss e sul limite possibile su cui si è disposti a rischiare. Perchè accade spesso di rompere lo stop loss per poi vedere l’operazione tornare in positivo. Questo non accade se non imposti lo stop loss, ma sei disposto a rischiare?

Lascia una recensione

avatar
  Sottoscrivi  
Notificami